Next-Land

Next-Land è una finestra sul futuro per gli adolescenti, protagonisti di un viaggio alla scoperta di scienze, tecnologia, ingegneria e matematica attraverso l’arte.

Didattica per esploratori di futuro

Next-Land è un progetto biennale di didattica innovativa sostenuto dalla Fondazione Vodafone ItaliaCompagnia di San PaoloFondazione CRT e Camera di Commercio di Torino, che, a partire da settembre 2020, sta coinvolgendo 500 studenti di scuola secondaria di 1°grado  in attività in presenza e a distanza, progettate ad hoc da Politecnico di Torino, Università di Torino, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e Università Suor Orsola Benincasa, insieme a una rete di 10 musei torinesi.

La sfida è insegnare, agli studenti delle scuole secondarie di primo grado, i concetti base delle materie scientifiche attraverso l’arte, contaminando le discipline e coinvolgendo i ragazzi in esperienze pratiche, per aiutarli a superare le difficoltà con le materie STEM (scienze, tecnologia, ingegneria e matematica) .

Torino

settembre 2020-dicembre 2021

L’idea

La scuola non può affrontare da sola la sfida di accrescere le competenze degli studenti, portandoli a proseguire gli studi oltre l’assolvimento dell’obbligo e – allo stesso tempo – facendoli appassionare allo studio di materie tecnico-scientifiche spesso ritenute poco avvincenti.

Next-Land ha provato a trovare una soluzione a un problema radicato soprattutto nei quartieri marginali e difficili delle grandi città, ma che riguarda tutti.

L’esperienza è partita nei quartieri torinesi di Aurora, Barriera di Milano e Lucento – in cui si trova la percentuale più bassa di laureati della città e la più alta di giovani di età compresa tra i 9 e i 15 anni – e ha dato l’avvio a un circolo virtuoso di sostegni tra ricerca, cultura e impresa che accompagnerà i ragazzi nel loro percorso di crescita fino alla scelta della scuola superiore.

Il metodo Next-Land

Il mondo del lavoro ha bisogno di competenze tecnico-scientifiche unite a pensiero
critico e capacità da problem solver, tutte abilità che si possono ottenere superando la vecchia visione dell’insegnamento e applicando la filosofia STEAM di apprendimento, che altro non è che l’umanesimo di Leonardo riportato ai giorni nostri e applicato alla didattica delle scuole secondarie di primo grado.

Questo è il “metodo Next-Land”: laboratori co-progettati tra docenti, ricercatori, imprenditori e musei dall’anima fortemente sperimentale, che porteranno i ragazzi a vivere le esperienze dei professionisti e degli studenti che normalmente operano nei luoghi in cui si svolge l’attività, con il supporto di contenuti e approfondimenti digitali.

Quest’ultima è una caratteristica molto importante perché permetterà a tutte le scuole italiane di fare proprio il “metodo Next-Land” applicandolo, in modo personalizzato, alla propria didattica.

Per ciascun anno, il progetto prevede due settimane di attività curriculari fuori dagli edifici scolastici, coinvolgendo 25 classi di 5 scuole di Barriera di Milano, Aurora e Lucento/Vallette alla scoperta delle STEM, attraverso il patrimonio culturale e urbano, con la metodologia STEAM.

Dai primi mesi del 2021, le stesse 25 classi sono coinvolte in Future Land, un percorso di orientamento, che prevede un ciclo appuntamenti di esplorazione delle opportunità formative e professionali, a partire dalle figure incontrate con Next Land e attraverso colloqui con referenti del mondo dell’impresa.

Contrastare il gender gap

La situazione femminile si dimostra ancora più complessa perché prescinde dalla situazione socio-economica.

Il gender gap comincia nella pre-adolescenza e si rafforza con la mancanza di modelli di donne in grado di indicare altre strade possibile per futuro. Quasi il 40% delle ragazze alla scuola media ottiene un voto d’esame superiore o uguale a 9, e l’80% delle diplomate ha intenzione di iscriversi all’università.

Tuttavia, nonostante i risultati, le lauree tecnico-scientifiche sono ritenute ancora una prerogativa maschile: per ogni 10 scienziati/ingegneri solo 3 sono donne.

Next-Land prova ad invertire questo trend attraverso un’azione di sistema con università, mondo del lavoro e famiglie, in particolare con le mamme, che saranno coinvolte in un percorso formativo parallelo.

Formazione adulti

In parallelo, da novembre 2020, è attivo STEAM4MUMS, un progetto GRATUITO di formazione per gli adulti, rivolto in particolare alle mamme, realizzato nell’ambito di Next Land in collaborazione con la Camera di Commercio di Torino e il Comitato per l’imprenditoria femminile di Torino.

STEAM4MUMS prevede due corsi online su digital skills (in Italiano e in Arabo), e competenze imprenditoriali e un percorso di tirocinio formativo presso un’azienda del territorio.

Partner

Questo progetto è stato sviluppato insieme a:

enti finanziatori

rapporti istituzionali attivati

enti di ricerca

musei aderenti

scuole aderenti

I.C. “I. Alpi” – SSPG “B. Croce”

I.C. “P.G. Frassati”

I.C. “Torino 2” – SSPG “E. Morelli”

S.S.P.G. “N. Bobbio”

I.C. “A. Gabelli”

Scopri gli altri Progetti

Careers in Art

Scopri di più

Proud of you

Scopri di più